Top
Logo Acquerello

L’IDEA IMPRENDITORIALE È NATA ...

... con l’intento di realizzare copie di affreschi di artisti diversi, circa 17 anni fa, nel febbraio del ‘99. Gianni Mazzoran e Marco Gelmetti, con la consulenza dell’amico Giovanni Antonini, decisero di sfruttare a tal fine l’esperienza accumulata nel restauro e ripristino di antichi intonaci, da loro riportati alla medesima condizione in cui erano quando furono realizzati. La difficoltà di riprodurre fedelmente disegni spesso molto complessi, li convinse dell’esigenza di dover trovare il modo di trasferirli usando la tecnica del ricalco, qualcosa che si avvicinasse a quella utilizzata dall’artista per imprimere sulla malta i contorni entro i quali, poi, stendeva i colori.

SI PRESENTÒ L’ESIGENZA DI DARE UNA RISPOSTA AD ESIGENZE DEL TUTTO NUOVE ...

ottenere un intonaco adatto ad una superficie non rigida (impensabile, per problemi di trasporto e imballo realizzarli su un vero e proprio pezzo di muro), che si aggrappasse perfettamente alla tela, non si fessurasse con il passare del tempo e mantenesse la permeabilità a pigmenti cromaticamente stabili e che legassero perfettamente con l’intonaco.

DOPO AVER FINALMENTE RISOLTI TUTTI I PROBLEMI TECNICI ...

... si è dovuto individuare il percorso per ottenere i permessi di riproduzione di beni artistici, sottoposti a molteplici e severi vincoli, in numero di copie limitate e nel rispetto della legislazione che chiede di realizzarle in misure diverse dall’originale le copie di opere create utilizzando la stessa procedura degli originali. Risolto tutto ciò, sono finalmente riusciti a vedere finito il primo pezzo: il prototipo presentato per ottenere il contratto di riproduzione numero uno! L’amorino porta faretra del Tiepolo, quello che è poi diventato l’articolo 6001.

La nostra collezione trova nel “Classicismo” l’ispirazione per selezionare soggetti e tecniche d’esecuzione.

ITA | ENG